domenica 28 giugno 2015

25 26 giugno: Washington

25 giugno


Se decidete di usufruire dei treni Americani munitevi di:

Pazienza: Loro non hanno fretta di andare in nessun posto. I nostri regionali sono più veloci ed è tutto un dire.

Coperte termiche: Ho viaggiato con maglia maniche lunghe, cardigan, felpa, k-way e un telo da mare.. Ma il freddo lo sento ancora

Scarpe da ginnastica: Se dovete fare dei cambi; loro mettono il numero del binario del vostro treno 8 minuti prima dell'orario di partenza... Immaginatevi che apocalisse.

Coraggio: Il treno balla come se fuori ci fosse il terremoto, un uragano o lo tsunami senza parlare dei rumori angoscianti che emette.

Altra pazienza: Si ferma nel nulla e una voce ringrazia per la pazienza dicendoci che a breve ripartirà… 

Scopriremo solo più tardi, che si è messo ad andare a disel perché non andava più con i cavi… o qualcosa di simile…

Toccare terra è stato fantastico!!



Raggiungiamo l'alloggio a Washington, della ragazza che ci ospita… un super appartamento in un palazzo di 18 piani, con palestra piscina sala conferenza e chi è più ne ha più ne metta!!


Facciamo un salto in un market per la cena..


Dopo 14 ore di viaggio ci arrendiamo al dolce richiamo del letto




26 giugno


Pronti per una nuova giornata, ci dirigiamo verso il centro con la metro.


Troviamo subito il National Mall che è un bellissimo parco rettangolare, ai cui lati sono situate tantissime costruzioni "storiche"


Da lontano vediamo il Washington Monument, un alto obelisco su cui Fabio vuole salire… Strano, su quale palazzo non vuole salire l'Ing??

Purtroppo bisogna munirsi di biglietto, che vendono solo la mattina molto presto.

Continuiamo la nostra passeggiata verso il Lincoln memorial, ma ci accorgiamo che un elicottero sospetto va verso la casa bianca..

Seguiamolo!!


L'elicottero si parcheggia aggraziato nel cortile della casa del Pres… Probabilmente era li a poche centinaia di metri da noi!!

Anche perché scopriamo poche ore dopo del LOVEWINS.

Pranziamo con un tristissimo panino con i pepperoni.. Non fatelo!!

Andiamo a vedere il Lincoln memorial, che è bellissimo, una costruzione bianchissima simile ad un tempio greco.

Una persona come lui si merita una costruzione così magnifica .



Siamo andati a vedere anche il Roosevelt memorial, e il Martin Luther King memorial.

Di questi due grandi personaggi della storia americana cito due loro frasi.


FDR 
 Nessuna impresa che dipenda, per il suo successo, dal pagare i suoi lavoratori meno di quanto serva loro per vivere ha diritto di sopravvivere in questo Paese.

MLK 
Io ho un sogno, che i miei quattro bambini vivranno un giorno in una nazione nella quale non saranno giudicati per il colore della loro pelle, ma per il loro carattere


Per concludere la giornata siamo andati a vedere il Jefferson memorial, terzo presidente.

Anche lui sapeva la sua: 

Consideriamo come verità sacre e innegabili: che tutti gli uomini sono creati uguali e indipendenti, che da questa uguaglianza nella creazione gli uomini derivano diritti inerenti e inalienabili, tra i quali la conservazione della propria vita, la libertà e il diritto alla felicità 


Direte quanti memorial… ma qui sono molto attaccati alle persone che hanno contribuito a cambiare o a creare la storia.


Poi basta memorial… Cenetta con riso e fagioli cucinato da noi… Una Hola per questa cena economica!!!


Una lavatrice, perché abbiamo finito le mutande e poi dritti a nanna!!











sabato 27 giugno 2015

22 23 24 giugno: Cascate del Niagara

22 giugno



La giornata del viaggio verso le Cascate del Niagara... Nonché viaggio della speranza.. Di arrivare e di arrivare interi...

Il treno sempre spazioso e comodo... Peccato che la sua velocità assomigliava circa alla mia quando vado in bicicletta. 

La sua temperatura interna... Si aggirava tra i 2 e i 3 gradi

Quasi alla fine del viaggio un grosso rumore sotto di noi, un po' ci spaventa ma il treno continua il suo viaggio.

Pensiamo: Abbiamo preso un ramo

Dopo pochi minuti nuovamente un rumore forte.

Il treno si ferma la nostra carrozza viene spenta e prima di ripartire ci spediscono in un altra carrozza..

Chissà cosa abbiamo perso??

Tutto questo ha allungato il nostro viaggio di ben 2 ore


Arriviamo e vista la smania di vedere le cascate, lasciamo le nostre cose in camera e andiamo subito a vederle...

Che spettacolo

Dopo doccia e nanna




23 giugno

Sveglia non troppo presto… Evvaiii!!


Prima cosa che abbiamo deciso di fare la cava del vento... 
Tradotto: Una doccia alle cascate.. 
Tramite un breve percorso ti fanno avvicinare alle cascate fino ad esserci praticamente sotto... 

Una bella doccia ghiacciata di prima mattina ci voleva...

Sveglia, rassoda, chiude i pori.

Dopo siamo rimasti un po' al sole per asciugare i vestiti, e poi via dritti verso il Canada..

Canada o Canada



Giriamo alla ricerca di un pranzo...

Poi ci si illuminano gli occhi quando vediamo una "pizzeria" 

Pizza

Mai farsi ingannare non è pizza.. È gnocco farcito. E costa un sacco 20$....

Dopo aver pranzato siamo andati a vedere le cascate dalla parte Canadese... 

Scusate Americani ma la parte Canadese è meravigliosamente migliore.


Abbiamo anche fatto il giretto in barca fino a quasi sotto.. 
E mi è venuto in mente: 
LA VITA È COME UN BISCOTTO, SE PIOVE SI SCIOGLIE.. 
Chi di voi non la conosce alzi la mano...

Seconda doccia della giornata; sempre molto gradita. 
Si ha l'impressione di volarci in mezzo, vista l'entità del vento...


Torniamo in America e per passare vogliono due monetine da un quarto di dollaro!!?? 

Oggi sono in vena di film e questa cosa mi ricorda: 
CHI SIETE? DA DOVE VENITE? MA QUANTI SIETE? UN FIORINO... 


Ora spappolati e stanchi andiamo farci la terza e giuro ultima, doccia della giornata... Questa con il sapone però!!

Poi dritti a nanna







24 giugno 

La giornata più lunga...

Prepariamo i bagagli perché sta notte si riparte...

Andiamo nei prati vicini alle cascate... Facciamo colazione e veniamo accerchiati dai gabbiani..

Si perché non ve l'ho detto ma qui sembra di essere al mare gabbiani ovunque..


Facciamo un giretto per goderci le ultime ore in questo paradiso.. 
Ci sediamo come due piccioncini su una panchina, per un momento di romanticismo e un gabbiano decide di usare il mio bellissimo e bianchissimo k-wai bianco come toilette..

Dopo averci riso un po' su... 
Meglio la giacca che la mia testa, andiamo a lavare la sua enorme cacchina...


E pranziamo e ci rilassiamo un po' all'ombra di un alberello e qui a circondarci sono gli scoiattoli...

Parentesi: Non ho mai visto in tutta la mia vita così tanti scoiattoli.. Qui li abbiamo visti anche in fase riproduttiva...


Torniamo all'ostello che ci ospitava a riprendere i bagagli e visto che il treno parte alle 4 del mattino, il proprietario ci propone di rimanere nella cucina fino alla partenza... 

Ma questa è un altra storia 



mercoledì 24 giugno 2015

19 20 21 giugno: New York



19 giugno 


Una bella giornata un bel sole, e via verso il ponte di Brooklyn..

È affascinante la visione di Manhattan da quel ponte, merita davvero di essere attraversato a piedi in una bella giornata. 

Dopo un giretto per Brooklyn siamo tornati indietro sul ponte di Manhattan,per vedere il Brooklyn bridge nel suo splendore... 

Appena scesi dal ponte si finisce immersi in un altro mondo ancora... La Cina!! 

Si, siamo piombati a Chinatown.. 
Tutto intorno a noi ricorda la Cina... 
O almeno la Cina, così come 2 europei se la immaginano!! 

Cartelli, scritte, colori, draghi, ristoranti, banchetti tutto cinese. 
Un quartiere intero!! 

Decidiamo di pranzare li!! 
Riso con manzo(speriamo) e lo mangiamo in un parchetto dove tanti asiatici mangiavano, cantavano, giocavano a carte, suonavano, chiacchieravano, giocavano a dama..
Tante persone in sintonia in un parchetto, come quello dietro casa. 
Piccolo e familiare. 

Vista la giornata andiamo a passeggiare anche per Little Italy... 
Dire che sembra una pagliacciata è dire poco.. 
Una strada con ristoranti dai nomi italiani. Bella Napoli, Da Maria... Alcuni di prodotti tipici, formaggi, pasta fresca... 
Ma nulla sembrava Italiano.. 

Qui mi è sorto il dubbio. 
Ma allora, forse anche Chinatown agli occhi di un cinese non sembra la sua casa... 
Mah?? 

Per concludere una giornata di scoperte siamo saliti sulla Freedom Tower

102esimo piano.

Il tetto del mondo.

Penso che sarà una di quelle esperienze che, nella vita, una persona deve poter fare.

Ti senti così piccolo e allo stesso tempo così potente.. 

Il cielo è tutto intorno a te, le nuvole e il sole sono così vicini. Le persone così piccole quasi invisibili.

Poi il tramonto, non il solito tramonto romantico al mare, ma qualcosa di forte, intenso. 

Qualcosa che rimarrà scalfito per sempre 

Poi senza parlare della bellezza di NY da la su.. 










20/6 

Ancora pioggia e nuvole e vento... 
Quando mi dicevano New York è pazza non ci credevo.. Qui tutto è pazzo. A cominciare dal tempo. 

Decidiamo di non farci fermare e andiamo a vedere un po' di Central Park.. 


Questo parco è enorme.. 

Una città verde nel cuore di una città di acciaio e vetro. 

Visto che questo viaggio sarà lungo e non possiamo permetterci di spendere tanto... 
Abbiamo fatto 7$ di spesa e abbiamo comprato da farci ben 8hot dog.. 

Che alle bancarelle per strada costerebbero 3$ l'uno. 

Ecco vorrei sfatare alcuni miti su New York:


Non è vero che la tecnologia costa meno.. Uguale se non di più!


Non è vero che la vita costa poco, costa più che in Italia.. 

Un esempio stupido in Italia una confezione media di biscotti la paghiamo circa 2€ 
Qui un tubino con 6 biscotti costa la bellezza di 5$... 

Dopo aver visto giocare, a livello amatoriale, qualche squadra di baseball.. Decidiamo che piove troppo e andiamo a vederci un bel film a casa.. 

Cena e nanna 



21/6 

Un po' tristi perché il tempo non sembra voler migliorare, andiamo a chiuderci in un museo! 
Il Metropolitan.. Un super gigantesco museo di arte e storia. 

Dagli egiziani, alla moda cinese. Dall'arte europea, alle armi. Dalla africane, alle sculture della storia americana. 

Un bel museo, molto grande, belle le stanze, soprattutto perché riprendevano lo stile delle cose esposte. 

Usciamo da li e chi spunta??? Il sole!!! 
Una Hola per il sole!! 

Scattiamo a tutta velocità verso l'Empire state building... 
Ci dicevano ore e ore di fila... 

In 20 minuti siamo arrivati all'86esimo piano... 


Un altra esperienza da provare.. Con k-way.. C'è un vento fortissimo. 

Siamo rimasti fino al tramonto, e abbiamo fatto bene..

perché da lassù è proprio uno spettacolo. 

Quando siamo scesi, siamo andati a Time Square, per comprare due souvenir di NY 

Casa, doccia, chiusura delle valigie e nanna.